Pagine

lunedì 29 novembre 2010

Ferro 3 la casa vuota

Ferro 3 la casa vuota
regia di Kim Ki-Duk
2004

premiato alla 61esima edizione del festival del cinema di venezia come premio speciale per la regia, questo film parla di un amore sbocciato in una casa "vuota". Casa senza calore, senza quella che si chiama atmosfera familiare. Credo che la casa del film sia uno specchio dell'animo umano, ogni volta che si tentra di entrare, si chiude a riccio. Il film quasi interamente non parlato gioca sugli sguardi di tenerezza e durezza. Di questo ragazzo errante che vaga per le case altrui non sappiamo niente, possiamo dedurre dai fatti che è come un angelo sotto mentite spoglie. Ferro 3 l'oggetto "malefico" che viene utilizzato per ferire o sfortunatamente per uccidere persone. Film molto profondo emotivamente e  spiritualmente.

V per Vendetta

V per Verndetta
regia di James McTeigue
2005

V: un vendicatore mascherato che libera il popolo britannico da un governo meschino e corrotto. tratto da un romanzo di Alan Moore e David LIoid il film sceneggiato dai fratelli Wachowski (registi di Matrix) mostra una Londra del 2020 corrotta e sotto "dittatura".V è un personaggio calzante, seducente, rapido e intrigante che incita il popolo alla rivoluzione facendo esplodere il big bang e il parlamento. La maschera che serve a coprire delle malefatte compiute in campi di concentramento britannici. Oltre a liberare Londra da questo governo, il nostro paladino della giustizia vendica se stesso uccidendo gli artefici del suo aspetto. luoghi e colori cinematografici, come quello dei vicoli sono cupi e tetri.  Film avventuroso, divertente e emozionante
innesta una domanda : il nostro governo diventerà così ?«La violenza si può usare per una buona causa»?

martedì 23 novembre 2010

Fight Club

Fight Club
regia di David Fincher
1999

Credo di non aver compreso bene questo film nella sua interezza. Mi è piaciuta la coppia Brad Pitt/Edward Norton nei panni del cattivo e irresponsabile Tayler Darden e dell'impiegato depresso. Meno bravo Jared Leto che ha lasciato a desiderare. Lo considero come film strano ma affascinante, che ti sa intrappolare nella morsa della storia e che nel momento di più suspance ti lascia quella sensazione di inferiorità ( perchè non lo avevo capito subito? soprattutto alla fine ) .Ottime le inquadrature e i movimenti di macchina che rimangono fluidi nei combattimenti. Stupendo il lavoro di post produzione del sound designer e anche la composizione sonora.
Mi sono piaciute le scene "ikea" che mostravano l'esistenza di una persona condizionata dalla società. Come sempre vince la coppia Fincher-Pitt.

lunedì 15 novembre 2010

The Social Network

The Social Network
regia di David Fincher
2010


Ottimo film. Fincher, regista di molti altri film come "Fight Club" e "Seven" ha reso pubblica la vita di Mark Zuckerberg. Il film è stato girato quasi interamente all'interno di camere, discoteche ecc. che mi hanno dato quasi un senso di claustrofobia. l'unica scena che ho notato all'esterno è la gara di canottaggio che si disputa tra due scuole prestigiose. Ho trovato una certa somiglianza con in film "Rashomon" di Akira Kurosawa soprattutto nel montaggio e nella narrazione: tutti i personaggi raccontano una storia vista da vari punti diversi.
Non avrei mai pensato che questo film fosse tratto da un libro: " The Accident Billionaires " di Ben Mezrich.
Ottima la colonna sonora che è stata creata da Trent Reznor membro del gruppo industrial "Nine Inch Nails".
Nel film non si fa altro che parlare a velocità che hanno dell'incomprensibile. Ottima interpretazione di Justin Timberlake e di Jesse Eisenberg.
Il film interseca in se molte tematiche tra cui amicizia, competizione, gelosia, tradiento e anche sesso. 
Credo che questo film rimarrà nella storia, perchè mostra la creazione del Social Network più famoso al mondo.

Frase del film:

"Non sei veramente uno stronzo Mark, è solo che cerchi disperatamente di sembrarlo".

venerdì 12 novembre 2010

Frankestein Junior

Frakestein Junior
regia di Mel Brooks
1974

Adoro questo film. Davvero esilarante, uno dei film comici/demenziali che preferisco. Giochi di parole molteplici e molti doppi sensi a carattere sessuale. Non si può comparare di certo al favoloso film "Il senso della vita" dei Monty Python però diciamo che gli dà del filo da torcere. Un' ottima parodia del film Frankenstein di James Whale del 1931.
Ogni volta che lo guardo mi viene in mente questa frase: "Quando la sorte t'è contraria e hai mancato del successo, smettila di fare castelli in aria e va a piangere sul ces... m!" ahahahaha
UN CAPOLAVORO.
Ps. nei cambi di scena il montatore ha utilizzato delle tendine a scomparsa, le ho trovate molto irritanti anche se il film è una parodia.

mercoledì 10 novembre 2010

The Truman Show

The Truman Show
Regia di Peter Weir
1998

Film molto riflessivo. Originale non c'è dubbio ma mi ha lasciato un che di strano. Il film mostra esplicitamente quello che i media sono in grado di fare e, rende pubblica la vita di Truman. Credo che questo capolavoro, oggi sia adatto a mostrare quello che accade nelle case delle famiglie di tutto il mondo. Oramai in tv si vedono solo fiction, reality (grande fratello),telegiornali che mostrano solo servizi di cronaca nera e spot pubblicitari.
Ottima recitazione di Jim Carrey che dopo il suoi vecchi film, come ace ventura e the mask sia emerso con questo capolavoro che mostra la realtà dei fatti. Mentre guardavo il film mi attraversava una sensazione di odio nei confronti di "Cristof" e dei finti "spettatori" che erano imbambolati a vedere lo show.
IL GRANDE FRATELLO.

domenica 7 novembre 2010

Codice : Swordfish

Codice : Swordfish
Regia di Dominic Sena
2001


Film d'azione diverso dal solito, forse perchè tratta come argomento l'hackeraggio . il film non mi ha dato granche ne colpi di scena e ne grosse emozioni. Buono il montaggio negli inseguimenti; ho notato anche che in una scena hanno utilizzato il montaggio alternato. Non ho notato molto la bravura di John Travolta e della bellissima Halle Berry. Il finale non mi ha sorpreso più di tanto, anche perchè si poteva intuire benissimo.
Molti effetti speciali che hanno movimentato il film, ma niente di più.

martedì 2 novembre 2010

Rashomon

Rashomon
regia di Akira Kurosawa
1950

Premesso che il film l'avevo già visto, ora che l'ho rivisto mi è piaciuto ancora di più. Akira Kurosawa è veramente un genio, per aver sperimentato un metodo di storia così intrigante.
Lo spettatore viene messo come giuria dei fatti che accadono; ogni volta che l'interrogato parla si rivolge allo spettatore (giuria ). Il film è molto interessante dal punto di vista della storico perchè mostra luoghi e culture realmente esistenti. Il film molto simbolico e filosofico mostra esplicitamente, sopprattutto con le ultime scene, la menzogna, crudeltà e la codardia dell'uomo. Mi è piaciuta anche la composizione delle scenografie, ambienti e giochi di luce.

lunedì 1 novembre 2010

Yamakasi I nuovi samurai

Yamakasi I nuovi samurai


regia di Ariel Zeitoun-Julien Seri
2001


Il film mi è piaciuto in parte: è l'unico film che parla di ragazzi che praticano questo spericolato sport. Mi è apparso particolarmente geniale il fatto che abbiano preso attori sconosciuti. Storia semplice e, secondo me banale.
L'idea di girare un film su questi ragazzi mi è piaciuta molto, perchè  è la prima che vedo.